Riscoprire il piacere della pizza fatta in casa

La pizza è il piatto per eccellenza che identifica l’Italia, un prodotto culinario apprezzato in tutto il mondo, tanto avere una giornata mondiale a lei dedicata il 17 Gennaio: Giornata Mondiale della Pizza. Questo è stato possibile grazie all’Unesco che ha riconosciuto la pizza come patrimonio culturale dell’umanità.

In molti amano degustare la pizza tradizionale realizzata con ore di lievitazione dell’impasto, salsa al pomodoro per la pizza e cottura tipica al forno a legna. Non sempre è possibile trovare tutte queste caratteristiche e spesso per risparmiare si preferisce realizzare la pizza fatta in casa, dove il forno a legna però manca e il risultato non è lo stesso.

Seguendo però i nostri consigli potreste realizzare una pizza fatta in casa e riscoprirne il piacere come se foste in pizzeria.

Consigli per una pizza fatta in casa come in pizzeria

Cominciamo col dire che il segreto della pizza sta nella lievitazione della pasta e nella scelta degli ingredienti come salsa di pomodoro e mozzarella, che devono essere di qualità.

La lievitazione è importantissima e se utilizzate lievito di birra o lievito madre la differenza sarà sostanziale. Infatti il lievito madre richiede una lievitazione molto più lunga, quindi è necessario che l’impasto venga preparato il giorno prima e lasciato riposare per circa 24 h in frigorifero. Poi va tolto e lasciato a temperatura ambiente per circa un’ora prima di stenderlo per la preparazione.

Se invece utilizzate lievito di birra fresco va ricordato di non unirlo mai al sale, perché inibisce la lievitazione della pizza, ma va unito ad un poco di zucchero che invece la aiuta. Il sale va unito all’ impasto per la pizza verso la fine ed è meglio quello iodato.

Il secondo passaggio che devi considerare nella preparazione di una pizza fatta in casa perfetta è la salsa di pomodoro. Preferire i pomodori pelati, lasciarli scolare dal liquido in eccesso e tagliarli a pezzetti. E’ possibile metterli sulla pizza così, passarli o schiacciarli o ancora utilizzare pomodorini freschi tagliati a metà.

Il terzo consiglio per una pizza perfetta è impastare e ancora impastare manualmente. Gli ingredienti vanno amalgamati bene e l’impasto deve essere lavorato con energia, in questo modo si ottiene un panetto di pizza privo di grumi ed omogeneo.

Lo stesso vale per quando si passa alla stesura, va fatta con le mani in modo deciso allargando la pasta dal centro verso l’esterno.

L’impasto per la pizza è da mettere poi in forno preriscaldato mezz’ora prima a 250° e l’ideale su cui porla è la pietra per cottura pizza in forno.

Un ultimo consiglio è quello di far scaldare la pietra refrattaria in forno prima di porvi sopra la pizza e metterla in cottura nel forno.