I più famosi dolci tipici regionali

L’Italia si sà ha un enorme patrimonio enogastronomico e quando si parla di dolci non è certo da meno. Sono tantissimi infatti i dolci tipici regionali presenti in Italia, alcuni di questi si sono affermati a livello mondiale. In questo articolo vi raccontiamo i dolci tipici regionali Italiani che hanno avuto più successo nel mondo, alcuni di essi sono diventati il simbolo di alcune importanti festività.

Il panettone Lombardo, simbolo del Natale.

Il panettone Lombardo è diventato il dolce simbolo del Natale.

Questo dolce è un prodotto da forno e viene preparato con ingredienti semplici.

Solitamente la pasta di cui è fatto rimane in lievitazione per due – tre giorni.

La sua forma è cilindrica, la pasta morbida e all’interno vi si trova l’uvetta e la frutta candita caratteristica di questo dolce. Queste ultime ne conferiscono un aroma piuttosto fruttato.

L’eterno rivale, il pandoro Veneto.

 Il pandoro nasce agli inizi dell’ottocento e concorre anch’esso al titolo di dolce simbolo del Natale. Una delle ipotesi sulle sue origini vengono fatte risalire ai pasticceri viennesi definendola una rielaborazione del “Pan di Vienna”.

Il pandoro differisce dal panettone per la sua forma ottagonale, l’assenza di uva e canditi al suo interno. La fragranza del pandoro è inoltre più vanigliata rispetto a quella del panettone.

Il cannolo siciliano, il campione della pasticceria Siciliana

 Il cannolo siciliano è un dolce antichissimo, le prime testimonianze di questo dolce risalgono addirittura all’impero romano. Cicerone un famoso politico e filosofo romano ne fa menzione in uno scritto in cui descrive un suo viaggio in Sicilia. Il cannolo siciliano è composto da una cialda esterna che racchiude all’interno un cuore di ricotta di pecora condita con uva passa, pezzetti di cioccolato e canditi. Solitamente il dolce viene spolverato con dello zucchero a velo e dei granuli di pistacchio tipico siciliano.

Tiramisù un altro pezzo da 90 della pasticceria Italiana

 Ingredienti semplicissimi per un dolce icona della pasticceria Italiana.

Sono pochi gli ingredienti che costituiscono questo famosissimo dolce: Uova, Mascarpone, Savoiardi, Caffè della Moka, zucchero ed una spolverata di cacao in polvere.

In passato questo dolce veniva preparato per colazione, ora è diventato un rinomato dessert.

Le origini di questo dolce non sono chiare ma diversi indizi indicano la sua origine nell’Italia del Nord. Essendo un dolce molto versatile spopolano sul web le varianti a questa classica ricetta

La Seadas: Icona della Sardegna  

 Il formaggio è il protagonista di questo gustoso dolce Sardo. La Seada è un dolce fritto costituito da una sfoglia con all’interno un ripieno di formaggio Sardo. Gli aromi che si sprigionano da questo dolce sono forti e tipici della cucina sarda, le note decise del pecorino sardo si sposano alla freschezza della scorza del limone utilizzato per la preparazione del dolce. Solitamente  le seadas vengono accompagnate dal miele realizzando così una delle ricette più famose della Sardegna: le seadas al miele.