Vita e opere di Hals, colui che dipinse la zingara ridente

Hals dipinse la zingara ridenteFrans Hals, noto pittore olandese è stato apprezzato per aver dipinto intorno al 600’, una zingara ridente. Il pittore è nato nel 1580 in Belgio, precisamente ad Aversa. Le sue opere si sono caratterizzate per il fascino caratterizzato dallo stile Barocco.

Tra i grandi successi di Hals, a 27 anni il pittore ha fatto parte della Corporazione di San Luca, soprannominata Sint-Lucas Gilde e con sedi distribuite nella città di Leida, Utrecht, Delft e Anversa.

Il primo approccio di Hals con i dipinti e le opere, è stato grazie al suo formatore personale, Karel Van Mander. Mander e Frans Hals, avevano uno stile completamente differente, varietà che si manifestava e a cui si poteva assistere nei loro dipinti.

Ciò, ha contribuito al successo di Frans Hals, il cui primo ritratto ufficiale è stato quello di Jacobus Zaffius, avvenuto nel 1611. A fare a differenza qualche anno dopo, nonché nel 1616, è stato “Il banchetto degli ufficiali della Compagnia di San Giorgio“, da cui ricevette così successo, tanto da aver acquisito una grande notorietà.

Durante quell’anno il pittore olandese ha subito un anno di decadenza a causa della morte della moglie Anneke Hermansz. In quel periodo Hals ha cominciato a frequentare locali dove l’alcool era il suo unico rifugio.

Da lì in poi, la sua vita è cambiata. Tra problemi economici e tempo trascorso nei locali più malavitosi, Hals ha passato il resto della sua vita tra debiti e carcere. Basti pensare che da pittore famoso per le sue opere, egli ha dovuto affiancare ulteriori attività (per sostentarsi da vivere), come restauratore e banditore.

Le opere di Frans Hals

Durante la sua vita, Frans Hals ha dedicato molto tempo in opere che sono state sempre apprezzate, in tutto il loro fascino. Complice il periodo d’oro che stava attraversando il settore dei dipinti in tutta l’Olanda.

  • Tre bambini con montone;
  • Cavaliere che ride;
  • Ragazzi che cantano;
  • Ritratto di famiglia (1648);
  • Suonatore di flauto (1625);
  • Il mulatto (1627)
  • Vecchio con teschio;
  • Ritratto di donna (1615);
  • Banchetto ufficiali (1616);
  • Buffone con liuto (1623);
  • Ragazzo che ride (1625);
  • Zingara (1628);
  • Ragazzo con un teschio (1628);
  • Ragazza col pesce (1632);
  • Ragazzo col pesce (1632);
  • L’allegro bevitore (1628).

La zingara ridente, una delle opere più conosciute di Hals

Più nota come Zingara ridente, anche se in verità si chiama soltanto “Zingara”, il quadro è stato dipinto originariamente a Parigi da Frans Hals. Il dipinto riscosse tantissimo successo e apprezzamenti, soprattutto dai collezionisti di quell’epoca.

Nonostante il quadro della zingara ridente non fosse particolarmente bello, la luce e la scollatura del soggetto, lo caratterizzavano in particolar modo. Soprattutto in un periodo storico dove la nudità era ancora un tabù.

Per un’opera realizzata nel 600’, era impensabile raffigurare la sensualità di una donna ritraente una intera scollatura. Un seno quasi a vista e la luce provocatoria del quadro, rendevano ancor più unica l’opera, dato che la nudità era visto come un argomento fintroppo “complesso” e “delicato” da trattare.

Con la sua opera quindi, Frans Hals riuscì a vincere due volte: per il proprio successo personale, e non di meno, per aver cambiato (seppur in parte), il pensiero di quell’epoca sulla nudità, dando sfogo a nuove ideologie e soprattutto, senza malizia.