Torte di compleanno con la pasta di zucchero

pasta di zuccheroNiente di meglio per il compleanno dei vostri bambini che preparare una bella torta fatta in casa che non ha niente da invidiare a quelle sfornate dal pasticcere dietro casa. Per realizzare un dolce strepitoso non è necessario seguire un corso di cucina, ma basterà basarsi sui gusti dei propri bambini e creare delle fantastiche coperture o decorazioni con la pasta di zucchero. È acquistabile già pronta, in tantissime colorazioni o in colore neutro: con i coloranti alimentari sarà possibile infatti colorare e regolare l’intensità delle colorazioni e potrà esservi utile per creare piccole decorazioni, personaggi e figure.

Come si lavora la pasta di zucchero?

Non è tanto difficile, anche se potrà accadere che le prime volte che la manipolerete vi risulterà un po’ complicato farla aderire perfettamente sulla base della torta e anche cercare di capire lo spessore giusto per una copertura perfetta. Ma niente panico, con l’esperienza tutto diverrà più semplice ed automatico e potrete sbizzarrirvi con coperture multi-color e decorazioni davvero originali.

Pronte per diventare delle cake designer?

La pasta di zucchero, che deve essere conservata in dispensa e non in frigorifero, tende ad indurirsi in inverno e ad ammorbidirsi eccessivamente in estate: l’unico modo per riportarla alla sua consistenza originaria e lavorarla molto. Su un piano da lavoro stendete un sottile strato di zucchero a velo, così eviterete l’aderenza al piano e con le mani leggermente unte con del burro sarete più pratiche nel maneggiarla. A seconda che usiate un composto già colorato o da colorare, dovrete aspettare che abbia raggiunto la consistenza giusta (ne troppo morbido, né troppo duro) prima di procedere con l’aggiunta del colorante alimentare.

Una volta lavorata abbastanza ed ottenute le colorazioni desiderate, stendetela con un mattarello in plastica (quello in legno ha naturalmente delle imperfezioni che tendono a trasferirsi sulla lavorazione), cercando di seguire un andamento circolare, per fare in modo che la forma ottenuta sia proprio un cerchio, adatto per la copertura di torte tonde, ma a seconda della forma necessaria, adattatevi e cercate di creare una copertura il più possibile compatibile.

Non giratela, per evitare di dover aggiungere altro zucchero a velo, ingrediente di cui è già ricca. La torta sulla quale andrà trasferita la sfoglia come copertura dovrà essere abbastanza solida (non dolci eccessivamente morbidi con creme spesse) e dovrà essere ricoperta di marmellata o comunque con uno strato di crema abbastanza densa che possa fungere da isolante.

Per il trasferimento, servitevi del mattarello: arrotolate delicatamente la pasta di zucchero intorno al mattarello e delicatamente adagiatela sulla base della torta, picchiettando leggermente con le mani per far aderire perfettamente la copertura. La pasta in eccesso andrà rimossa con l’aiuto di un coltellino liscio, attraverso tanti piccoli tagli, in modo da non rischiare di strapparla.

Se dovessero presentarsi delle screpolature, massaggiate delicatamente la parte in modo da lisciarla quanto più possibile, ma il modo migliore per occultarla è senz’altro apporre delle decorazioni.

Ecco a voi una torta con copertura, pronta per essere decorata ulteriormente, ma bella anche se lasciata semplicemente così.