L’immagine coordinata al brand: ecco perché è importante 

Il mercato di oggi può essere ferocemente competitivo e soprattutto in continuo movimento.

Non è facile trovare il modo di poter superare i concorrenti, e di poter migliorare le strategie pubblicitarie.

Bisogna far leva su elementi come la visibilità del brand per poter avere successo, per poter costruire un’immagine che sia davvero efficace e per trasmettere un messaggio valido al pubblico.

Questo significa anche lavorare sull’immagine coordinata al brand per poter costruire una comunicazione efficace e davvero valida.

Bisogna essere riconoscibili agli occhi dei clienti per poter avere successo oggi: avere una buona immagine coordinata, come apprendiamo dai numerosi articoli pubblicati sul sito web dello Studio grafico di Simone Longato, significa che il cliente è immediatamente in grado di riconoscere la grafica e di associarla al nome dell’azienda.

Questo è davvero molto importante per una attività commerciale, soprattutto se il brand è nato da poco e se non è ancora molto conosciuto. Bisogna cercare di puntare molto sull’immagine coordinata per farsi conoscere più possibile, per cercare di far sì che logo ed immagine siano subito ricondotte al brand, come avviene per le grandi marche. Ma cosa è una immagine coordinata? E soprattutto, in che modo se ne crea una per la propria azienda?

Cosa è l’immagine coordinata?

La comunicazione, la pubblicità sono tutto per un’azienda oggi. Comunicare per colori, immagini e concetti è meglio che farlo per parole, ecco perché ogni azienda, comprese le start-up, dovrebbero sempre curare molto bene l’aspetto della comunicazione grafica e del logo. Questo vale nella pubblicità classica ed in quella sui social.

L’immagine coordinata è molto importante e consiste non solo nel logo, ma più in generale, nella vera carta di identificazione aziendale, che include modalità comunicative, marchio, aspetto estetico.

L’immagine generale che l’azienda dà di sè all’esterno può essere definita immagine coordinata e dovrebbe sempre essere assolutamente coerente, logica, ordinata e pulita.

Questo significa che deve esserci sempre un fil rouge fra le campagne pubblicitarie, la grafica, i colori usati, le campagne di marketing, e tutto quello che serve per migliorare la riconoscibilità di un marchio.

L’immagine dell’azienda deve risultare pulita, ordinata, deve essere facilmente riconoscibile, non oggetto di confusione.

Ogni singolo aspetto dell’immagine coordinata deve essere facile da riconoscere e da identificare come parte dell’azienda.

Per il cliente, l’azienda dovrebbe essere qualcosa di concreto e di facilmente riconoscibile a prima vista, senza troppa difficoltà. Colori, immagini, foto, logo, parole hanno infatti la caratteristica di poter rimanere impressi nella mente e così dovrebbero fare.

Per fare ciò è necessario però creare l’immagine coordinata: cioè un’immagine unica del brand.

 In che modo si crea una immagine coordinata per il Brand

La prima cosa da fare per la creazione di una immagine coordinata che sia davvero perfetta è stabilire che grafica, colore, logo usare e via dicendo. Si deve trattare di un logo, di colori, di font che richiamano il tipo di attività svolta, per identificarla con chiarezza ed in modo intuitivo.

Il messaggio che passa per mezzo di colori, di foto e stampe è davvero molto importante e potrebbe essere utile affidarsi a dei fotografi professionisti e ad uno studio di grafica per costruire una immagine coordinata davvero professionale.

Una volta studiata, l’immagine coordinata va lanciata online e nei mezzi di pubblicità, e va sempre tenuta coerente ed armonica con quella presente offline per non confondere i clienti ed i terzi e mantenere sempre la massima armonia. La riconoscibilità del marchio prevede una assoluta coerenza dal punto di vista dell’immagine coordinata, tanto è vero che i cambi di logo sono sempre accompagnati da intense campagne pubblicitarie.