Il territorio di Conegliano, ricchissimo di arte e storia, non smette mai di stupire grazie ai suoi tesori nascosti tra le valli, ai suoi luoghi incantati, carichi di sapienza popolare e dottrina 'alta', crocevia di tradizioni e curiosità. Una mappa di possibili itinerari propone di completare la visita della mostra attraverso un viaggio alla scoperta di cattedrali, musei, paesaggi per ritrovare i capolavori di un secolo nel quale la Marca trevigiana è stata un punto nodale della cultura artistica, letteraria e filosofica. 

Partendo da Conegliano, dove si possono visitare il Duomo, l’attigua Scuola dei Battuti e il Museo del Castello, ci si dirige poi verso Vittorio Veneto, passando per San Fior sulle tracce di Cima e Caneva di Sacile sulle orme di Francesco da Milano, con una tappa nel delizioso borgo di Meschio, che conserva l’Annunciazione di Maria Vergine di Andrea Previtali. Da qui si prosegue fino a Cison di Val Marino per scoprire la pala dello Zingaro. Rivolgendosi poi alla volta di Feltre, il cui Museo civico conserva, tra gli altri, il Ritratto di prelato di Gentile Bellini, ci si sposta a sud verso Asolo, che ospita le opere di maestri quali Lorenzo Lotto e Lazzaro Bastiani. Infine, ci si sposta verso Treviso per visitare il Duomo, la Chiesa di San Leonardo, la Chiesa di san Nicolò e  il Museo Diocesano, con un salto al Museo di Santa Caterina, che ospita la Madonna con il bambino benedicente di Giovanni Bellini. 

Itinerari - L'arte al tempo di Bellini

 

MAPPA - ITINERARI L'ARTE AL TEMPO DEI BELLINI