Formazione del RSPP: il modulo A

corso-rspp-modulo-Il corso RSPP Modulo A rappresenta l’inizio del percorso formativo di questa importante figura nell’ambito della sicurezza sul lavoro che, peraltro, lo condivide con l’ASPP. Con una durata complessiva di 28 ore, dalle quali vanno escluse le verifiche finali sull’apprendimento, il modulo A è propedeutico per poter accedere ai moduli successivi. È un modulo che si avvale della modalità e-learning, secondo le prescrizioni previste dall’allegato II all’Accordo Stato-Regioni del luglio 2016, l’aggiornamento più recente in tema di formazione. L’allegato, essenzialmente, indica i quattro requisiti fondamentali e le relative specifiche cui deve ottemperare il soggetto formatore per poter considerare valida la formazione erogata in questa modalità. Possiamo così riassumerne i contenuti:

  • REQUISITI ORGANIZZATIVI. Il soggetto formatore deve possedere i requisiti specifici previsti dall’Accordo di cui l’allegato è parte integrante. Deve possedere tutta l’attrezzatura tecnica prevista (piattaforme LMS), resa operativa da personale che possieda le necessarie competenze tecnico/didattiche e in grado di garantire help tecnico e didattico in via continuativa.
  • REQUISITI TECNICI. Abbiamo già accennato alla necessità che il soggetto formatore sia in grado di garantire un sistema di gestione della formazione e-learning LMS che dovrà monitorare e certificare il regolare svolgimento del corso e la sua tracciabilità, all’occorrenza. A questo si aggiunga che il modulo deve essere realizzato secondo lo standard internazionale SCORM o ad un sistema equivalente.
  • PROFILI DI COMPETENZE PER LA GESTIONE DIDATTICA E TECNICA. Viene richiesta la presenza di specifiche figure: un responsabile/coordinatore scientifico del corso; un mentor/tutor di contenuto; un tutor di processo e lo sviluppatore della piattaforma.
  • DOCUMENTAZIONE. L’allegato specifica dettagliatamente quali caratteristiche deve possedere la documentazione comprovante l’avvenuta formazione.

Torniamo, ora, al corso RSPP Modulo A e allo scopo della sua esistenza. In quanto modulo “basilare” del percorso formativo di ASPP e RSPP, il corso deve garantire ai suoi partecipanti una minima conoscenza sui seguenti argomenti:

  1. la vigente normativa di settore in fatto di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché tutti gli strumenti didattici e tecnici per mantenere le proprie conoscenze in materia costantemente aggiornate, in relazione all’evoluzione della stessa;
  2. soggetti coinvolti nella gestione della safety aziendale;
  3. funzione del sistema di prevenzione statale, compiti ed aree di influenza degli enti governativi preposti al controllo e verifica;
  4. i principali rischi trattati dal D.Lgs. 81/08, le adeguate misure atte a prevenirli, le misure di protezione, nonché la gestione delle emergenze;
  5. informazione, formazione e addestramento obbligatori e responsabili della loro attuazione in azienda;
  6. concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione e protezione;
  7. metodologia per la valutazione del rischio e sue applicazioni.

L’intero modulo si articola su 5 differenti unità didattiche, tutte identificate con la lettera “A”, seguita dal numero di riferimento (A1, A2, ecc.). vediamo, brevemente, gli argomenti trattati per singola unità:

  • A1: l’unità didattica tratta l’approccio alla prevenzione nel D.Lgs. 81/08; la disamina delle norme vigenti; il sistema istituzionale della prevenzione e si conclude con il sistema di vigilanza e assistenza. La sua durata è di 8 ore.
  • A2: qui vengono esaminati i soggetti del sistema di prevenzione aziendale.
  • A3: il processo di valutazione dei rischi.
  • A4: in questa unità vengono prese in esame le ricadute della valutazione dei rischi, come si gestiscono le emergenze e la sorveglianza sanitaria.
  • A5: l’ultima unità si occupa degli istituti relazionali (informazione, formazione, addestramento, consultazione e partecipazione