Comfort ed ergonomia con la scrivania regolabile in altezza

7Avvalersi sul lavoro di una scrivania regolabile in altezza significa prestare attenzione all’aspetto ergonomico dell’ufficio e avere a cuore la salute dei tuoi dipendenti.

Avrai forse sentito spesso parlare di sedie ergonomiche, ma queste non sono l’unico elemento in grado di integrare il concetto.

Al tempo stesso, pure le scrivanie sanno essere di tipo ergonomico e favorire la produttività salvaguardando la salute delle persone. 

Ergonomia e comodità

Ergonomia non fa sempre “rima” con comodità. Anzi.

A dire il vero i primi momenti in cui ci si accomoda su una sedia ergonomica, ci si sdraia su un materasso ergonomico o su uno speciale cuscino, si provano sensazioni di fatica e di innaturalezza.

Con la scrivania le sensazioni sono diverse. Ecco perchè una scrivania regolabile in altezza rappresenta la giusta congiunzione (e unione) di ergonomia e comodità.

Lavorare su un piano di lavoro organizzato e ben strutturato, che prevede una disposizione logica dei complementi di arredo e degli oggetti da lavoro (penne, mouse, computer, telefono), è già un buon vantaggio.

Questo si amplifica esponenzialmente nel momento in cui il piano ha la possibilità di essere regolato in altezza, adeguandolo alle esigenze e alla statura delle persone.

Talvolta è meglio portare a termine un lavoro in piedi piuttosto che seduti: non solo si fa minor fatica, ma viene favorita anche la colonna vertebrale.

Stare seduti a lungo rischia di “incassare” eccessivamente schiena, spalle e cervicale, comportando dolori. Alzarsi, invece, consente di distendere la muscolatura e la colonna.

Per farlo nel modo corretto è però opportuno avere una scrivania regolabile in altezza, in maniera da adattare il piano di lavoro alla propria altezza, onde evitare una posizione ulteriormente errata.

Ti consiglio di leggere questo interessante articolo per scoprire quali sono gli effetti negativi di passare troppo tempo seduti.

La corretta posizione di lavoro

Assumere la corretta posizione sul luogo di lavoro è la pratica ideale per operare in salute, con costrutto e senza stress. Una volta seduti alla scrivania è necessario assumere una postura adeguata. La zona lombare deve essere in asse con il bacino, i piedi ben appoggiati sul pavimento e gli avambracci devono essere posti in posizione parallela alla pavimentazione durante il lavoro al computer. Non sempre però ciò avviene.

La sedia non è quella corretta, oppure lo è ma ad essere “sbagliata” è la scrivania. Ecco che avere a disposizione una scrivania regolabile in altezza rappresenta il segreto per poter compensare e ottimizzare la posizione anatomica. Bisogna considerare che quando si sta posizionati correttamente, giorno dopo giorno è possibile rendere “automatica” la giusta posizione. Diviene quindi un elemento di arredo fondamentale che è in grado di migliorare la praticità e quindi influenzare positivamente anche la produttività. Lavorare bene e meglio è dunque il motto di una scrivania da ufficio ad altezza regolabile.

Utile e funzionale

I vantaggi di una scrivania regolabile in altezza sono legati principalmente all’utilità e alla sua elevata funzionalità.

Con il dinamismo lavorativo che caratterizza molte attività odierne, avere una piano di lavoro regolabile è un’arma in più per poter sviluppare lavori e progetti in team.

Discutere intorno ad un tavolo, improvvisare un mini briefing in piedi attorno ad una scrivania sulla quale poggiare un disegno, un plastico, un prototipo, può favorire l’interazione tra colleghi, ma soprattutto ne beneficia lo sviluppo progettuale.

Inoltre vi sono uffici in cui il turnover è molto elevato e tale pratica, con scrivanie ad altezza fissa, sarebbe controproducente.

Si troverebbero persone alte di statura ad una scrivania magari troppo bassa, dipendenti piccoli che invece avrebbero una scrivania troppo alta. Sistemare la sedia e avere una scrivania regolabile in altezza faciliterebbe non di poco l’assestamento posturale corretto.

Per far rendere al meglio l’idea, concludiamo con un esempio: quando ci sediamo su un’auto, la prima cosa da fare è regolare il sedile e il volante. In una postazione lavorativa, il sedile è la sedia, il volante è invece rappresentato dalla scrivania. Se in auto regoli il volante, per quale motivo sul luogo di lavoro non dovresti regolarti la scrivania?